Guilty pleasures bloody tears

 

cosa cerco

fantasmi piovono in notturne cedute al gelo

il fuoco in covi lontani dall’anima

il sogghigno del Diavolo in cui nascondo i piaceri più proibiti

intimorite vittorie dal passo nero della Morte

cosa cerco in questa metamorfosi se non guardarti

oltre la maledizione di vetro dello specchio

come un lupo mira al agnello dal suo profumo dolce

in questa aria tumefatta dell’inverno

il mio Ego precoce non vuole ibernarsi nel buio

nemmeno stare vicino al silenzio per raccoglierti chimera

le labbra hanno smesso di credere alle bugie dell’attesa

baciano

l’etere

il vento

l’aria

sapendo di poter arrivare  al dove

suadere dal disdegnare Insonnia il buon Morfeo

perché la bocca sporca di sogno non debba cedere il suo peccato

ne quest’esistere in doppio debba vestire l’anima a forza

cosa cerco

fisso in testa io martellare dell’ora

incessante domanda

cosa cerca

cosa Diavolo voglio

poi carezzo l’idea con la  prepotenza dei vati

l’ondeggiare sismico del pensiero lacera il senno

mielato il tuo essermi distante incanta e smorza il fio

il passo avanza con costanza sul filo del volere

per piegarsi all’unica forza

la meta

ti cerco

eccoti le braccia ubriache

longevo sperare m’è il verbo

Follia

Dovizia

puttane calde in questo stremo d’inchiostro

mentre fuori favella di ghiaccio l’alitar di Dicembre

e noi sconosciuti sul cantico del miraggio

nei cristalli quasi puri

con violento aspro passionale  credo

teniamo sull’incrinata parvenza la pace

l’ idioma dell’amore

sviscera per lenire le ferite dell’uomo

pianti

il mio pellegrinaggio al tuo cuore non avrà mai fine

cosa cerco

dimmelo tu …

che raccogli dai versi blu

le lacrime

Jacqueline Miu

Guilty pleasures bloody tearsultima modifica: 2008-11-27T23:53:00+01:00da luigi655
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento