UN CUORE MORENTE

 

IL VENTO FUORI ULULA,

E’ L’AMORE MIO CHE TI INVOCA,

ED UNA GRANDE NOSTALGIA

VELEGGIA LONTANO.

RIPERCORRO CON LA MENTE

L’INTENSITA’ DI TANTI ATTIMI

DI GRANDE FELICITA’,

E NELLA MIA SOLITUDINE

ALEGGIANO PENSIERI

CHE SI INFRANGONO NELL’ANIMO

E CONDUCONO AL DOLORE.

SEI STATO UNA CHIMERA,

UN GIORNO DI PRIMAVERA

NELLA MIA TRISTE VITA.

MAI PIU ’ SORGERA’ PER ME

IL CANTO DELL’AMORE,

SOLO L’INTENSITA’ DI ATTIMI PERDUTI

CHE PRECEDONO LA FINE DI UN’ESTATE,

DOVE SI INSEGUONO LE MEMORIE PERDUTE.

SENTO UN BATTITO CHE MI PERVADE,

E’ L’ETERNO PALPITO DI UN CUORE MORENTE.

 

ROSARIA MENNILLO

UN CUORE MORENTEultima modifica: 2008-10-12T00:07:47+02:00da luigi655
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento