Stupiti

  

Ti guardavo negli occhi
e dicevo amore,
ti accarezzavo con lo sguardo,
conoscevo ogni cosa di te.
Tra rose e gelsomini,
tra le parole balbettate
aria di desiderio.
Noi, soli, anche impacciati
come stupiti
trattenemmo la sete
tra le labbra.
Instupiditi dall’essere insieme.
Lungo o breve fu il tempo
ma so che m’ami

Maria Francesca

Stupitiultima modifica: 2007-09-30T11:25:19+02:00da luigi655
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Stupiti

I commenti sono chiusi.