Come un angelo

 

Come angelo
riappari nei
miei pensieri
più segreti.

E le piume
delle tue ali
sono petali
d’odorosa rosa.

I tuoi capelli
rossi mi avvolgono
e mi sorprendono.

Ti desidero ancora.

E il vento mi porta
la tua voce.

La mia testa é guscio di
noce, tu la dolce polpa.

Ma di chi é la colpa.

Forse del nostro troppo
cercare.

E i dubbi sono catene
che non ci legano ma ci
fanno distanti e scontenti.

Siamo dei perdenti
ma senza male ai denti.

E il male é corrosivo
liquore nei nostri candidi
stomaci.

Così viviamo leggeri
nel procedere ma pesanti
nel cedere.

E la vita ci scappa via.

Il succo di limone negli occhi
ci ricorda che siamo umani
.

Steff80

Come un angeloultima modifica: 2007-09-29T11:55:28+02:00da luigi655
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Come un angelo

  1. Inutili fardelli

    Vorrei liberare la mia anima
    da inutili fardelli,
    da tutto ciò
    che mi tiene legata
    ad un mondo impossibile.
    Guardando negli angoli nascosti,
    vorrei tirare fuori
    i sogni più dolci,
    togliere le ragnatele
    che oscurano
    la luce del sole.
    Vorrei guardarmi intorno
    con occhi da bambina,
    vedere con chiarezza
    le meraviglie che mi circondano,
    assaporando
    tutti i colori del mondo…

    Mary

    …un forte abbraccio, mio caro luigi!!!

I commenti sono chiusi.