Per un fiore

Non cercare anche tu di fermarla
la sua luce: qui basta che s'accenda
per un attimo a dire come possa
ogni bellezza irridere
la morte che contiene,
come questa struggente d'un fiore.
Lo so: il rosso ranuncolo che pianto
in poca terra avrà
vita breve: vivrà
ma nel prato spendente nel suo rosso
il tempo d'un estate. "Stagionale"
mi dice il manuale che ho comprato
ieri all'edicola e porta il mio stupore
dentro folti misteri: ciò vuoi dire
che alla sferza dei venti dell'inverno
dovrà morire. (Solo sulla pellicola
sensibile del mio ricordo
continuerà, sempre rosso, a fiorire.)
Ma, come l'erba, ora
che nelle crepe delle mura cresce,
porta vita, accestisce nell'arsura,
le mie segrete fibre
penetra il sole,
le esalta, le sfinisce:
e questo poco basta per non credere
e non sapere
che anche il caldo battito del sangue, musica
che m'accompagna, mia vita,
si spegnerà, fiore anch'esso
che perde il suo colore, "stagionale".

di Luciano Luisi

Per un fioreultima modifica: 2007-03-30T00:30:25+02:00da luigi655
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento