Prendi le mie parole

      Prendi le mie parole, che la brezza sussurra e l’uragano grida, ed intrecciale al ritmo, incalzante, di chitarre gitane dove il rumore del vento raccoglie l’odore aspro e pungente del mirto.   Prendi le mie parole, colorate di porpora e oro, spezzate e ricomposte in versi all’ombra della siepe che infiora l’orizzonte.   Raccoglile, con cura, nelle … Continua a leggere