Il mazzo di fiori

Il mazzo di fiori Che fai laggiù bambina Con quei fiori appena colti Che fai laggiù ragazza Con quei fiori seccati fiori Che fai laggiù bella donna Con quei fiori che appassiscono Che fai laggiù già vecchia Con quei fiori che muoiono Aspetto il vincitore. prevert

Come l’aria

Come l’aria Pensavo che fossi scuro come la pece Sognavo la luce delle stelle Il calore del sole Il sorriso di un’alba Il fato….. capire mi fece Sono come l’aria La vita un sogno La morte un’illusione L’aria vola nel nulla ….. Della medesima foggia sono plasmato frutto di questo… io non sono mai stato Non ho mai scelto Non … Continua a leggere

A MIA MADRE

A MIA MADRE Amore dolce, amore soave, amore perduto, vita lacerata. Amore di mamma, tormentato e traditore. Un porto sicuro d’attracco per navi ma la cima dov’è!? Ritratto smunto di un sentimento sbiadito, a senso unico. Ma l’amore cos’è? Come un naufrago vado alla deriva, inebetita dal mio immenso dolore, mi lascio trasportare dalla corrente, Onde immense e spumose, inebriata … Continua a leggere

“Barbara”

“Barbara” Ricordati Barbara Pioveva senza tregua quel giorno su Brest E tu camminavi sorridente Raggiante rapita grondante Sotto la pioggia. Ricordati Barbara Pioveva senza tregua su Brest E t’ho incontrata in rue de Siam Tu sorridevi E sorridevo anch’io. Ricordati Barbara Tu che io non conoscevo Tu che non mi conoscevi. Ricordati Ricordati comunque di quel giorno Non dimenticare Un … Continua a leggere

Prima colazione”

“Prima colazione” Lui ha messo Il caffè nella tazza Lui ha messo Il latte nel caffè Lui ha messo Lo zucchero nel caffellatte Ha girato Il cucchiaino Ha bevuto il caffellatte Ha posato la tazza Senza parlarmi S’è acceso Una sigaretta Ha fatto Dei cerchi di fumo Ha messo la cenere Nel portacenere Senza parlarmi Senza guardarmi S’è alzato S’è … Continua a leggere

Il Tuo Vento

Il Tuo Vento Pare un lamento, un grido soffocato, questo Vento. Spazza le caparbie emozioni, come foglie, che deboli restavano appese, alle mie voglie. Suona, questo Vento. Note stonate e melodie trasformate, come impazzite, come svanite. Svuota, trascina, scopre questo Vento. Metti le tue mani sul mio viso. Conserva almeno il mio sorriso di almina madau

Ladro d’Amore

    Mi hai rubato le ali. Piango. Non ci voli al posti mio, le hai schiacciate in una lurida strada. Mi hai oscurato il sole. Soffro. Non ti scaldi coi suoi raggi, vivi nel buio grondante di sudore. Adesso esci dal mio cuore, sarà impossibile per me tornare a volare. di almina madau